Taverna Luciana

La tradizione culinaria napoletana nel centro storico di Napoli

La tradizione culinaria napoletana nel centro storico di Napoli

La tradizione culinaria napoletana nel centro storico di Napoli

La tradizione culinaria napoletana nel centro di Napoli è estremamente ricca e affonda le sue radici in secoli di storia e cultura. Il centro storico di Napoli è un luogo in cui le tradizioni culinarie si mescolano con la vita quotidiana, creando un’atmosfera unica e autentica. 

Una delle specialità più famose della cucina napoletana è la pizza. Napoli è considerata la città in cui la pizza è nata, e si possono trovare numerose pizzerie tradizionali nel centro storico. La pizza è preparata con ingredienti freschi e di qualità. 

Un altro piatto tipico di Napoli è la pasta. Qui si possono gustare deliziosi piatti come: pasta e patate, le lasagne, gli spaghetti alle vongole e la pasta al ragù napoletano. Sughi semplici, ma molto saporiti, che mettono in risalto i sapori degli ingredienti di base.

La cucina di strada napoletana è un’altra caratteristica del centro storico di Napoli. Qui è possibile trovare pizze fritte, arancini di riso, sfogliatelle, babà e altre prelibatezze da gustare mentre si esplora il quartiere. Questi cibi di strada sono perfetti per una pausa veloce o per uno spuntino durante la passeggiata per le strade del centro storico.

Infine, non possiamo dimenticare la tradizione dolciaria napoletana. Nei caffè e nelle pasticcerie del centro storico è possibile assaporare deliziosi dolci come la pastiera napoletana, il baba al rum, i sfogliatelle e i deliziosi cannoli. Questi dolci sono preparati con ingredienti di alta qualità e rappresentano un’autentica espressione della cultura culinaria napoletana.

La pizza, la pasta, i piatti tradizionali, la cucina di strada e i dolci offrono un’esperienza gastronomica unica, in cui la storia e la cultura si fondono con i sapori deliziosi. Se visiti il centro storico di Napoli, assicurati di immergerti in questa ricca tradizione culinaria.

Dove mangiare al centro storico

Nel centro storico di Napoli si trovano numerose trattorie, pizzerie, ristoranti e osterie dove è possibile assaggiare piatti tradizionali come la parmigiana di melanzane, le polpette, i fritti di pesce, pizze, pasta e la mozzarella in carrozza.
Questi luoghi offrono un’esperienza autentica, con piatti cucinati secondo le ricette tramandate di generazione in generazione. Ogni posto ha la propria autenticità, e la scelta dipende molto dai tuoi gusti personali. 

Taverna Luciana è una delle scelte che non ti deluderà! Situata in uno dei quartieri più antichi della città di Napoli: Santa Lucia. Una taverna legata fortemente al suo territorio, in particolare al suo quartiere, e a quella che è la sua specialità “il polipetto alla luciana”. Un piatto della tradizione partenopea che ha origine nel quartiere Santa Lucina e deve il suo nome agli abitanti del quartiere.

La Taverna Luciana è il cuore di Santa Lucia. Possiede un menù ricco di piatti della tradizione napoletana, senza alcuna rivisitazione per assaporare al meglio i gusti della genuina cucina napoletana così come è stata creata.

Primi piatti o pizza napoletana?

La scelta tra i primi piatti e la pizza napoletana dipende dai tuoi gusti personali e dalla tua preferenza del momento. Entrambi sono piatti tradizionali della cucina napoletana e offrono esperienze culinarie uniche.

Se vuoi gustare un piatto ricco di sapori e tradizione, i primi piatti napoletani sono una buona opzione.

Se, invece, preferisci immergerti nella tradizione culinaria napoletana con uno dei suoi simboli più iconici, allora la pizza napoletana è la scelta perfetta.

Alla fine, potresti anche considerare di provare entrambi durante la tua visita a Napoli per assaporare al meglio la cucina locale.

Potrebbe interessarti anche..

INFORMATIVA AI CLIENTI
ELENCO ALLERGENI ALIMENTARI

(ai sensi del Reg 1169/11 – D.

Lgs 109/92, 88/2009 e s.m.i.)
Gentile Cliente, gli alimenti in commercio spesso contengono degli ingredienti allergenici che possono provocare
reazioni violente nelle persone predisposte.
Sono evidenziati nell’elenco sottostante gli allergeni che potreste trovare in alcuni dei nostri alimenti.
Il personale è comunque a vostra disposizione, vi preghiamo di segnalarci eventuali allergie note.

Allergeni alimentari
1. Cereali contenenti glutine (cioè grano,segale, orzo, avena, farro, kamut o i loro ceppi ibridati) e prodotti derivati,
tranne:
a) sciroppi di glucosio a base di grano, incluso destrosio, e prodotti derivati, purchè il processo subito non aumenti il livello
di allergenicità valutato dall’EFSA per il prodotto di base dal quale sono derivati;
b) maltodestrine a base di grano e prodotti derivati, purchè il processo subito non aumenti il livello di allergenicità valutato
dall’EFSA per il prodotto di base dal quale sono derivati;
c) sciroppi di glucosio a base d’orzo;
d) cereali utilizzati per la fabbricazione di distillati o di alcol di origine agricola per liquori ed altre bevande alcoliche.
2. Crostacei e prodotti derivati.
3. Uova e prodotti derivati.
4. Pesce e prodotti derivati, tranne:
a) gelatina di pesce utilizzata come supporto per preparati di vitamine o carotenoidi;
b) gelatina o colla di pesce utilizzata come chiarificante nella birra e nel vino.
5. Arachidi e prodotti derivati.
6. Soia e prodotti derivati, tranne:
a) olio e grasso di soia raffinato e prodotti derivati, purchè il processo subito non aumenti il livello di allergenicita` valutato
dall’EFSA per il prodotto di base dal quale sono derivati;
b) tocoferoli misti naturali (E306), tocoferolo D-alfa naturale, tocoferolo acetato Dalfa naturale, tocoferolo succinato D-alfa
naturale a base di soia;
c) oli vegetali derivati da fitosteroli e fitosteroli esteri a base di soia;
d) estere di stanolo vegetale prodotto da steroli di olio vegetale a base di soia.
7. Latte e prodotti derivati, incluso lattosio, tranne:
a) siero di latte utilizzato per la fabbricazione di distillati o di alcol d’origine agricola per liquori ed altre bevande alcoliche;
b) lattitolo.
8. Frutta a guscio, cioè mandorle (Amygdalus communis L.), nocciole (Corylus avellana), noci comuni (Juglans regia),
noci di anacardi (Anacardium occidentale), noci di pecan (Carya illinoiesis (Wangenh) K. Koch), noci del Brasile
(Bertholletia excelsa), pistacchi (Pistacia vera), noci del Queensland (Macadamia ternifolia) e prodotti derivati,
tranne frutta a guscio utilizzata per la fabbricazione di distillati o di alcol etilico di origine agricola per liquori ed
altre bevande alcoliche.
9. Sedano e prodotti derivati.
10. Senape e prodotti derivati.
11. Semi di sesamo e prodotti derivati.
12. Anidride solforosa e solfiti in concentrazioni superiori a 10 mg/Kg o 10 mg/l espressi come SO2.
13. Lupini e prodotti derivati.
14. Molluschi e prodotti derivati.

INFORMATION FOR CLIENTS – LIST OF FOOD ALLERGENS

(Under Regulation 1169/11 – Legislative Decree 109/92, 88/2009, as amended)
Dear customer, the food on the market often contain allergenic ingredients that can cause
violent reactions in susceptible persons. They are shown in the list below the allergens that you
might find in some of our food. The staff are still available to you, please report any known allergies.
Food allergens
1. Cereals containing gluten (ie wheat, rye, barley, oats, spelled, kamut or their hybridised strains)
and products derivatives, except:
a) glucose syrups made from wheat, including dextrose, and related products, as long as the
process does not immediately increase the level of allergenicity assessed by the EFSA for the
relevant product from which they originated;
b) maltodextrin wheat based products and derivatives, as long as the process does not immediately
increase the level of allergenicity assessed by the EFSA for the relevant product from which they
originated;
c) glucose syrups based on barley;
d) cereals used for making distillates or alcohol of agricultural origin for spirit drinks and other
alcoholic beverages.
2. Crustaceans and products derivatives
3. Eggs and derivatives.
4. Fish and products thereof, except:
a) fish gelatine used as carrier for vitamin or carotenoid preparations;
b) gelatine or Isinglass used as fining agent in beer and wine.
5 Peanuts and products thereof.
6. Soybeans and products derivatives, except:
a) oil and fat soy and refined products, as long as the process does not immediately increase the
level of allergenicita` assessed by the EFSA for the relevant product from which they originated;
b) natural mixed tocopherols (E306), tocopherol D-alpha tocopherol, natural Dalfa natural, natural Dalpha tocopherol succinate from soybean;
c) vegetable oils derived phytosterols and phytosterol esters from soybean sources;
d) plant stanol ester produced from vegetable oil sterols from soybean.
7. Milk and milk products, including lactose, except:
a) whey used for making distillates or alcohol of agricultural origin for spirit drinks and other alcoholic
beverages;
b) lactitol.
8. Nuts, ie almonds (Amygdalus communis L.), hazelnuts (Corylus avellana), walnuts (Juglans
regia), cashew nuts (Anacardium occidentale), pecans (Carya illinoiesis (Wangenh) K. Koch) Brazil
nuts (Brazil nut), pistachios (Pistacia vera), Queensland nuts (Macadamia ternifolia) and products
thereof, except for nuts used for making distillates or ethyl alcohol of agricultural origin for spirit
drinks and other alcoholic beverages.
9. Celery and products derivatives
10. Mustard and products derivatives.
11. Sesame seeds and products derivatives
12. Sulphur dioxide and sulphites at concentrations above 10 mg / kg or 10 mg / liter
expressed as SO2.
13. Lupin and products derivatives.
14. Molluscs and products derivatives